brioche siciliana

La brioche siciliana col “tuppo”

La brioche siciliana è composta da un morbidissimo impasto, non troppo dolce, che può essere riempito con del gelato.

Mangiata generalmente a colazione è ottima sia con il caffè o al cappuccino sia con la tipica granita siciliana alla mandorla.

Famosa in tutto il mondo per la sua forma tipica si differenzia dal croissant che possiede una crosta friabile e non prevede l’uso di uova per la preparazione dell’impasto.


Questa morbida bontà è il vanto della pasticceria siciliana e fa parte dei prodotti tipici di una cucina che ha fatto la storia dell’arte culinaria italiana.


La brioche siciliana o brioche con il “tuppo” è l’ideale non solo per la colazione, ma è un’ottima merenda per rilassarsi durante una pausa dagli impegni lavorativi.


La brioche siciliana, a Palermo, può capitare di sentirla chiamare più volgarmente “broscia” (termine agricolo che indica lo spazio tra un solco e l’altro quando si semina), ma più comunemente con la parola brioche, nell’Italia settentrionale si intendono i croissant, che i meridionali invece chiamano cornetti.